Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione nel sito si

acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

Contenuto Principale

 

 

presidenza - 0458010436 - 3496304936  

 

Comunicato stampa

AGLI ORGANI DI INFORMAZIONE

 

TUTELARE ALUNNI E STUDENTI CON DISABILITA’

GARANTIRE I SERVIZI

 

Il decreto legislativo 112/1998 (art. 139, comma 1 c) attribuiva alle Province il compito di garantire assistenti educativi e della comunicazione (AEC). Il loro supporto è essenziale soprattutto nel caso di alunni sordi, non vedenti, ipovedenti e con pluriminorazioni ed è espressamente previsto dalla legge. Le Province dovevano inoltre assicurare (gratuitamente) il trasporto scolastico alle persone con disabilità nelle scuole superiori.

A chi competono tali competenze ora che le Province sono state “soppresse”? Ai Comuni, alle Città Metropolitane o alle Regioni, è perfino ovvio, ma nessuno ne parla, i provvedimenti per attribuire le competenze non sono stati emanati e il rischio che servizi così importanti possano essere sospesi è reale. Stiamo parlando di oltre 1.000 alunni con disabilità sensoriale e di quasi altrettanti studenti delle scuole superiori, ci chiediamo come sia possibile che la Regione non intervenga e che i Comuni non sollevino il problema, quasi non li riguardasse.

La FISH ha chiesto al Governo di ridistribuire subito le competenze: il diritto allo studio non può essere messo in discussione, i servizi non possono essere soppressi, deve cessare lo stato di ansiosa incertezza che sfinisce le famiglie.

Questi i motivi che hanno spinto la FISH del Veneto a chiedere l’intervento del Presidente Luca Zaia.“Dichiari che la Regione Veneto interverrà, se necessario, per tutelare alunni, studenti e famiglie e garantire la continuità dei servizi; dichiari che in attesa della ridefinizione delle competenze la Regione assicurerà la copertura dei costi.

La Federazione Italiana per il superamento dell’handicap e le associazioni aderenti tuteleranno con la propria azione i diritti inviolabili di tutti gli alunni con disabilità sensoriale e di tutti gli studenti con disabilità delle scuole superiori.

La FISH chiede al Consiglio regionale un intervento straordinario a sostegno delle persone con disabilità e non autosufficienti. Serve uno stanziamento in bilancio che permetta di potenziare i servizi socio-assistenziali e socio-sanitari che in questi anni sono stati pesantemente ridotti. Siamo di fronte a un’emergenza sociale che non deve essere sottaciuta e che richiede una risposta alta e solidale.

 

Flavio Savoldi - presidente FISH veneto

0458010436 - 3496304936

pdf button  lettera della FISH al presidente della Regione Veneto Luca Zaia.pdf

Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito

bonus-ener

agenzia Vita Indipendente

logo uildm

logo galm

AIASoff

Feed not found.
Feed not found.
Feed not found.