Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione nel sito si

acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

Contenuto Principale

audio-off

 


FISH VERONA

O458010436

 

 MERCOLEDI 16 GENNAIO ALLE ORE 17, 15

ci troviamo in via Brunelleschi 12 – Verona

(Centro sociale comunale quartiere Stadio)

PER DECIDERE LE INIZIATIVE PIU' OPPORTUNE   

 

TAGLI, TAGLI E ANCORA TAGLI

IL  2013 INIZIA NEL MODO PEGGIORE

 

l’INPS in base alla sentenza della Corte di Cassazione n. 4677 del 2011 ha stabilito che gli invalidi civili totali (100%) per ricevere la pensione di invalidità, se coniugati, a partire dal 2013 dovranno sommare il proprio reddito a quello del coniuge e non superare il limite dei 16.127,30 euro lordi l'anno, pena la perdita del diritto alla pensione di invalidità (275,87 euro al mese).

L’INPS, forte della sentenza favorevole alle sue tesi, se non interverranno fatti nuovi, potrebbe in futuro estendere la regola del limite di reddito coniugale ad altre provvidenze economiche, a partire dagli invalidi parziali. Non sarebbero al sicuro neppure le pensioni dei ciechi civili e dei sordi.

 PROSEGUE IN TUTTO IL VENETO LA POLITICA DI RIDUZIONE DEI SERVIZI DESTINATI ALLA DISABILITÀ. LA REGIONE SEMBRA INTENZIONATA A SCATENARE UNA VERA E PROPRIA GUERRA CONTRO LE PERSONE DISABILI E LE LORO FAMIGLIE. TUTTI I SERVIZI SONO IN PERICOLO, QUELLI DIURNI E RESIDENZIALI E QUELLI DOMICILIARI, I SERVIZI DI TRASPORTO, I PROGETTI PER LA VITA INDIPENDENTE E PER L’AIUTO PERSONALE. TUTTI!  NESSUNO PENSI DI ESSERE SALVO.  LA SCUSA È PRONTA: CI SONO 200 MILIONI IN MENO NEL BILANCIO DELLA SANITÀ E DEL SOCIALE.

 Il bilancio e la relativa legge finanziaria saranno discussi dal Consiglio regionale nella seduta convocata a palazzo Ferro-Fini da martedì 29 a giovedì 31 gennaio prossimi.

L'esame da parte delle commissioni consiliari del testo dei due provvedimenti presentati dalla Giunta è iniziato martedì 8 gennaio. Martedì 15 gennaio la commissione Bilancio ha in programma le audizioni con le associazioni di categoria, imprenditoriali e sindacali per raccogliere i loro pareri. La stessa commissione prevede di licenziare i due progetti per l'aula martedì 22 gennaio. Il tempo è dunque stretto e bisogna agire.

 SERVE UN BILANCIO DIVERSO CHE SALVAGUARDI I SERVIZI E DIA RISPOSTE ALLE PERSONE CON DISABILITÀ E ALLE FAMIGLIE. SERVE UN IMPEGNO STRAORDINARIO, SERVE UNA GRANDE  MOBILITAZIONE, SERVONO PAROLE CHIARE

 Ai partiti e agli amministratori che diranno che la colpa è della crisi, che il governo ha tagliato i fondi, che le famiglie devono compartecipare alle spese, dobbiamo rispondere in modo deciso. A chi governa la Regione Veneto e all’assessore Sernagiotto dobbiamo dire senza giri di parole: non azzardatevi a tagliare il sociale.

 RIVOLGIAMO UN APPELLO ALLE PERSONE DISABILI, AI FAMILIARI, a chi crede sia ancora possibile costruire un paese civile. Nessuno si sottragga alla battaglia per i diritti. Sappiamo che non sarà facile, ma ne va della nostra vita e della nostra dignità. Non permettiamo loro di fare quello che fanno. In Regione è iniziata la discussione sul bilancio di previsione, ora dobbiamo farci sentire noi.

 VI ASPETTIAMO.

 Flavio Savoldi

pdf button Barbieri FISH-l'INPS si sostituisce al Parlamento

pdf button Comunicati stampa regione veneto su bilancio 2013 e altro

pdf button Lotta per le careghe il sole 9-2-1013

pdf button Provvidenze economiche 2013 per invalidi civili

pdf button Rassegna-stampa-extra lea-veento-bilancio-2013


 

Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito

bonus-ener

agenzia Vita Indipendente

logo-mov-handicap

logo uildm

logo galm

AIASoff